Comincio da me_se vuoi incontrare l’amore della tua vita prima incontrati

Scegliete un amore che vi dia risposte e non problemi; sicurezza e non paura; fiducia e non dubbi” scriveva Coelho. Ma chi è quella persona che ci può dare sicurezza, fiducia, cura, protezione, condivisione, ascolto, confronto, amore? E soprattutto esiste davvero questo tipo di persona? Quella persona esiste sì ma non si trova da qualche parte là fuori, è inutile continuare a cercarla fuori, è necessario innanzitutto trovarla all’interno di noi stessi; esiste sì quella persona e quella persona siamo noi e solo quando avremo trovato dentro di noi tutto quello che desideriamo ricevere, allora quella persona per magia la troveremo anche da qualche parte là fuori.

Comincio da me significa cominciare ad ascoltarci, accettarci, rispettarci, valorizzarci, perdonarci e, in definitiva, essere amabili con noi stessi in ogni momento e di fronte a qualsiasi situazione.  E quando ci colleghiamo con la nostra fonte interna di benessere, entriamo nella vita degli altri a partire dall’abbondanza, offrendo loro il meglio di noi senza aver bisogno né attendere nulla in cambio. Significa darci il permesso di conoscerci, di metterci al primo posto, di essere grati a noi stessi per come siamo e orgogliosi di chi siamo; spesso non amiamo noi stessi (ci facciamo schifo, ci detestiamo, non ci sopportiamo) ma ci prodighiamo per dare amore, lo stesso che è necessario dare a noi stessi, a qualcuno al di fuori di  noi: io preferisco amare gli altri ma non me; preferisco concentrarmi più sugli altri che su di me. Siamo alla costante ricerca di qualcuno che ci completi e quando decidiamo di averlo trovato ecco che allora emerge da dentro di noi tutto quello di cui ancora non siamo completi; l’altra persona allora ci fa da specchio e ci dice cosa è ancora necessario trovare dentro noi per sentirci completi.

Lo diceva anche Gesù “ama il prossimo tuo COME te stesso” e NON AL POSTO di te stesso…quando eravamo piccoli, da bambini ci amavamo, ci mettevamo sempre al primo posto con i nostri bisogni, i nostri desideri ma poi piano piano abbiamo imparato, abbiamo registrato dentro di noi che questo non va bene, altrimenti mamma e babbo si arrabbiano e smettono di amarci e noi ci sentiamo persi; da bambini ci sentiamo invincibili, abbiamo una fiducia e un’autostima potentissima, niente ci blocca, ci buttiamo in tutte le situazioni con impegno, volontà, forza, coraggio e tenacia (ricordiamoci di quando abbiamo imparato a camminare e a parlare_per ricordarlo basta ricordare gli sforzi dei nostri figli o di qualsiasi bambino) ma poi piano piano sempre più vince l’insicurezza, la scarsa fiducia di noi e cominciamo a camminare come sulle uova nella nostra vita, smettiamo di buttarci a capofitto nelle situazioni, viaggiamo col freno a mano tirato, smettiamo di credere in noi stessi…e nell’amore.