autostima a scuola

Educare all’Autostima a Scuola_il racconto di una Maestra

“Se sosteniamo i bambini a fidarsi di loro stessi ecco che il nostro prossimo futuro sosterrà noi” N. Quagliarella

Ogni percorso di educazione all’Autostima a Scuola è sempre supportata dalla collaborazione con gli insegnanti. All’inizio dell’anno si confrontano con me in merito a quelle che sono le dinamiche ed il clima all’interno delle classi. In questo modo posso creare dei seminari ad hoc che vadano ad alleggerire il loro impegno da punto relazionale.

Di seguito riporto la testimonianza della maestra Antonella Ferri, una ferrea sostenitrice dei miei progetti, soprattutto del progetto Educare all’Autostima a Scuola, che ringrazio dal profondo del mio cuore: 

Sono una maestra della scuola primaria “G. Pascoli” di Fucecchio delle classi Seconda A e Seconda B. Credo fermamente nel ruolo fondamentale della Coach Educazionale Nicoletta Quagliarella. Sostengo con convinzione che la sua persona possa contribuire alla formazione di questi teneri individui che presto diventeranno la società del domani.

Ho deciso di scegliere un percorso di educazione all’intelligenza emozionale che li accompagnasse nel loro percorso di crescita fin dalla classe Prima. Le attività proposte dalla “maestra del cuore” o dalla “maestra delle emozioni”, così come viene definita dagli stessi bambini, sono state seguite con partecipazione attiva e massima leggerezza.

Con estrema naturalezza, quasi senza accorgersene, sono stati affrontati concetti impegnativi e molto significativi per l’educazione all’Autostima a Scuola del Bambino. La Responsabilità, la Collaborazione, il Rispetto di Se stessi e degli Altri attraverso l’ascolto di Sé, dei propri pensieri e delle proprie emozioni.

Con la sua personale metodologia sta accompagnando entrambe le classi ad uscire da una fase di ego-centrismo, per dirigerle verso una sana ego-centratura. 

In ogni suo seminario va ad incentivare l’autonomia e la sicurezza dei bambini, incoraggiando ciascuno a riconoscere e a mettere in campo i propri talenti. Allo stesso tempo li sta focalizzando sull’aiuto e l’ascolto reciproco. Molti giochi si sono basati sul Lavoro di Squadra per incentivare la Condivisone, l’Armonia e la Sinergia. Questo affinché conducessero i bambini, con gradualità, alla consapevolezza di quanto sia più semplice fare le cose insieme anziché da soli.

Ho ritenuto importante esplicitare e rendere noto questo progetto sia per farlo conoscere che per stimolare l’interesse, la curiosità e la sensibilità di altre/i colleghe/i che con tanta dedizione accompagnano gli alunni nella loro crescita, al fine di “farli star bene a scuola” con loro stessi e con gli altri”.

Se non avete ancora letto il Case History sul progetto tenuto proprio nella Scuola Primaria di Fucecchio, su come educare all’Autostima a Scuola cliccate QUI .

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *