problem solving nella vita quotidiana

Andiamo all’Essenza – il Problem Solving nella vita quotidiana

«I problemi sono fatti per essere risolti e la soluzione si trova dentro di noi» N. Quagliarella

Come coach entro in gioco per allenare i miei clienti a trovare le strategie di soluzione dei propri problemi. Al contrario di quello che pensano in molti io non mi occupo di risolvere i loro problemi. A grande richiesta quindi urge parlare del problem solving nella vita quotidiana. Quando si siede davanti a me un nuovo coachee lo accompagno sempre a comprendere che il vero valore del mio lavoro risiede nel portarlo ad apprendere l’essenza del problem solving, piuttosto che intervenire io stessa a dare consigli su come apportare soluzioni nella propria vita o nelle situazioni di blocco. 

“Dai un pesce ad un uomo e lo nutrirai per un giorno. Insegnagli a pescare e lo nutrirai per tutta la vita” – dice un proverbio cinese. Insomma, quando impariamo a pescare non abbiamo più bisogno di chi ci porta il pesce per sfamarci.

Ma cosa intendo essenzialmente per Problem Solving nella vita quotidiana?

Innanzitutto comprendere che i problemi di ogni giorno, in qualsiasi ambito della nostra vita, contengono nel loro interno sempre una o più soluzioni. Basta tornare alla scuola elementare quando si imparava a risolvere i problemi. La maestra di matematica non ci ha mai dato un problema che non si potesse risolvere. E allora per quale motivo il nostro capo, i nostri figli, la vita e il mondo in generale dovrebbero proporci delle situazioni problematiche irrisolvibili? In realtà spesso ci allontaniamo dalle probabili possibili soluzioni perché ci accaniamo a considerare il problema. Ci spaventa così tanto quella parola, che cominciamo a cercare le più disparate motivazioni per giustificare il fatto che abbiamo un problema piuttosto che mettere energia nell’allenarci a trovare le soluzioni.

Problem solving nella vita quotidiana? Ecco gli step per arrivare alle soluzioni

  1. Per prima cosa respiriamo e guardiamo in faccia il problema con la massima obiettività. Consideriamolo poi come un’opportunità per crescere come persona e per incrementare le nostre competenze. Dopotutto gli ostacoli parlano di noi e ci stanno comunicando quali freni ancora indeboliscono e/o inibiscono i nostri talenti e la nostra piena realizzazione.

  2. Successivamente ascoltiamo ed accogliamo tutte le emozioni che la situazione problematica ci scatena, dalla paura e panico alla frustrazione e impotenza.

  3. Solo a questo punto alleniamoci a trovare più soluzioni possibili, anche le più strane e assurde.

  4. In questo modo, la nostra creatività prenderà il sopravvento e ci indicherà la soluzione che ci sembrerà la più ovvia perché, in realtà, è sempre stata parte di noi.

  5. Allenando il Problem Solving nella vita quotidiana avremo imparato anche a scegliere, a decidere e a focalizzarci sempre sulle diverse possibili soluzioni in ogni ambito della nostra vita, piuttosto che lamentarci.

Se ve lo siete perso consiglio di leggere l’articolo sull’Essenza del Coach cliccando QUI 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *